[GUIDA] Regolare l'anticipo: metodo statico

Parole chiavi per questo argomento
tipo, modello, guida, statico, metodo, regolare, anticipo, posso, dato, mano, appena, interno, fine, problema, bella

[GUIDA] Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda martel » dom 21 lug 2013, 22:40

La sincronizzazione corretta del motore è cruciale per ottenere le migliori prestazioni e allungare la vita del vostro motore. Per esempio, se la fasatura del motore è troppo ritardata, potrete notare facendo girare al minimo il motore che questi ritarda i “punti morti” (superiore PMS (compressione e scoppio) e inferiore PMI (aspirazione e scarico), la
conseguenza evidente sarà una combustione già in scarico che determina maggiore usura della marmitta e una certa difficoltà in accelerazione ad ottenere la reale potenza nei tempi giusti, dandovi l’idea di un motore “spompato”. Per contro, se la fasatura è anticipata, tra l'altro, avvertirete "la pre-detonazione"; denominato “battere in testa” e
sentirete un rumore metallico che il vostro motore fa in modo sempre più pronunciato all’aumentare della temperatura di esercizio; tale battito in testa, a lungo andare compromette seriamente i pistoni e le valvole.

Come potete vedere, è importante una corretta fasatura.
Tenendo presente che molto spesso si ha a che fare con motori molto usurati e con spinterogeni che nel corso degli anni sono stati sostituiti con più ricambi dalla stessa VW e considerando anche che potremmo trovare all’interno puntine non di origine e chissà quanto similari, rotori non sempre corretti e spazzole chissà quanto usurate e abrase da frettolose pulizie con carta vetrata, consiglio di farsi fare una rilevazione delle curve d’anticipo dal proprio elettrauto di fiducia che provvederà ad un controllo mediante pistola stroboscopica.
I Valori ottenuti, dovranno essere confrontati con la banca dati che trovate su http://www.oldvolkshome.com tenendo presente anche che le stesse curve subiscono variazioni da molteplici fattori tra cui anche quelli climatici e verificando bene la dicitura del modello di spinterogeno (vedi foto)
Modello di spinterogeno Bosch.jpg
Codice riportato sul corpo dello spinterogeno.jpg

Dal lato del corpo del metallo dello spinterogeno potrete verificarne il modello che sarà in una piastrina ovale (spinterogeni anziani) tenuta sopra da 2 ribattini con due (2) insiemi dei numeri con un (1) numero lungo preceduto da un simbolo della Bosch, Oppure negli spinterogeni più recenti ci sono tre (3) insiemi dei numeri marchiati nel corpo. Solo sui messicani inoltre i blocchi numeri inferiori sono due (2) e sono preceduti da un piccolo simbolo della Bosch o dal simbolo della VW.
Ora che conoscete i valori a nuovo del vostro spinterogeno sia in fasatura di scoppio che il ritardo valvole si dovrebbe procedere a esaminare il vostro spinterogeno per accertarsi che stia funzionando correttamente ed all'interno delle specifiche prescritte. A meno che il vostro spinterogeno sia ragionevolmente nuovo, potrebbe darvi più o meno avanzamento di risposta nel rotore ed è quindi importante esaminare lo stato di salute dello spinterogeno.
Prova Del Vostro Spinterogeno
Come accertare lo stato di salute del vostro spinterogeno e verificare di cosa ha bisogno.
Dovete tenere presente che su un veicolo anziano, anche lo spinterogeno è anziano a meno che non sia stato sostituito da una nuovo, l’anzianità dello spinterogeno è spesso sinonimo di acciacchi e occorre verificarlo.
Il test è molto semplice ma occorre eseguire il test rigidamente e razionalmente in questo modo:
  1. Scaldare il motore fino ad una temperatura di funzionamento normale.
  2. Con una pistola stroboscopia verificare se la vostra fasatura è regolata a e se lo è, annotarsi i valori.
  3. Aumentare i giri motore il RPM e portarlolo a seguire i valori di fasatura e annotarli in modo da seguire la naturale curva prevista per il modello.
Se la vostra fasatura oscilla continuamente di alcuni gradi, c’ è un problema: per verificarlo, estrarre il ruttore e verificare il gioco che ha la molla fra l'ingranaggio di azionamento del distributore e l'alberino del distributore.
Se il gioco è eccessivo e l’alberino e la molla offrono poca tensione, quindi il vostro ingranaggio di azionamento del distributore si muoverà su e giù nel foro, inducendo la vostra sincronizzazione ad oscillare irregolarmente.

Occorre rimediare al gioco eccessivo prima di effettuare qualunque altra regolazione della fasatura.
Se il vostro ruttore presenta sintomi di fasatura troppo anticipata, significa che ha i meccanismi di avanzamento della centrifuga troppo tesi e quindi potete allentare verso l'esterno le molle che sono fissate ai pesi di avanzamento al fine di rallentare l’azione della fasatura e restituire il vostro distributore alla regolare funzione.
IN PRATICA:
La molla lasca = provoca una rotazione dell’alberino più rapida portando la fasatura in basso “regolazione del tiro in basso” facendo raggiungere valori di ottimizzazione in basso all'interno della gamma di RPM.
La molla tesa = provoca una rotazione più lenta portando la fasatura in alto “regolazione del tiro in alto” facendo raggiungere valori di ottimizzazione in alto all'interno della gamma di RPM.
Passiamo ora alla Sincronizzazione della fasatura delle valvole.
Ci sono due metodi che di base potete usare:
    Sincronizzazione statica – permette di fasare con il cercafase a motore spento.
    Sincronizzazione con stroboscopio - permette di fasare il motore mentre è in moto usando una luce dello stroboscopio.
Siccome il secondo metodo è di competenza dell’elettrauto poiché lo stroboscopio non abita normalmente nelle nostre cassette degli attrezzi, ci soffermeremo alla regolazione dell’anticipo statico.

Sincronizzazione Statica Del Motore: come regolare la sincronizzazione con il motore spento.

La sincronizzazione statica permette la fasatura di accensione del motore senza il che questi venga messo in moto.
Ciò può sembrare impossibile, ma il metodo è sicuro, FACILE e molto preciso.
Per primissima cosa, dobbiamo operare alla sincronizzazione di un motore che dovrà avere un’ erogazione “rotonda” in regime di funzionamento quindi è di basilare importanza che il motore sia caldo ed in normale temperatura di esercizio.
Ciò è molto importante perché l'espansione termica delle parti interne dei motori, avrà un effetto sulla sincronizzazione.
Gli attrezzi che dovrete avere sotto mano dovranno essere
  1. Muscoli per girare la puleggia grande e una chiave da 10mm;
  2. Una semplice lampadina "cercafase" collegata a 20 cm di filo elettrico.

REGOLAZIONE ANTICIPO: OPERIAMO IN 10 SEMPLICI MOSSE
  1. Consulta il manuale di uso e manutenzione al fine di verificare i valori di anticipo (IE - TDC, 5 gradi di BTDC, ecc.).
    La marcatura in gradi presente su alcuni modelli di puleggia.jpg
    La marcatura in gradi anticipo.jpg
    La marcatura in gradi anticipo_1.jpg
    La marcatura in gradi anticipo_2.jpg
  2. Fai girare a mano la grossa puleggia (IN SENSO ORARIO) affinchè il pistone #1 sia nella posizione di aspirazione e l’anticipo dovrebbe essere regolato per il tipo di spinterogeno montato come da manuale. Troverete una tacca sulla puleggia che dovrà essere allineata con la verticale delle giunzioni carter (vedi figura) [N.B.: in alcune pulegge è presente sulla piastra anteriore della puleggia il PMS e nella piastra posteriore la tacca del corretto anticipo]. Se oltrepassate casualmente il contrassegno di sincronizzazione corretto, nessun problema, girate la puleggia in senso antiorario circa 30°e poi ancora lentamente in senso orario fino a che quel contrassegno non sia allineato.
  3. Rimuovi il coperchio dello spinterogeno. Guarda bene dove il rotore sta puntando. Sull'orlo del corpo di metallo dello spinterogeno (dove la protezione dello spinterogeno appoggia al corpo), c’è un piccolo contrassegno inciso.
    Ciò indica dove il ruttore da il comando di scintilla al pistone #1 nella posizione di scoppio
    Marcatura interna sullo spinterogeno.jpg
  4. Allenta il bullone del morsetto dell'azionamento dello spinterogeno con chiave del 10.
  5. Gira la chiave del veicolo accendendo le spie del quadro. NON VA AZIONATO IL MOTORINO DI AVVIAMENTO!! Se colpite casualmente il dispositivo d'avviamento, ripetere dal punto 2.
  6. Collega un filo della vostra luce cercafase alla carrozzeria dell’auto, o ad un punto metallico qualsiasi, e l'altro filo all'uscita della bobina, parte destra, filo verde (cavo che collega la bobina al corpo dello spinterogeno). La luce dovrebbe accendersi.
  7. Ruota il corpo dello spinterogeno in senso orario fino a che la luce non si spegne.
  8. Ora ruota molto lentamente il senso antiorario (depressore verso destra) il corpo dello spinterogeno fino a che la luce non si accende. Ripeti i punti 7 & 8 ancora per accertarli con perfezione APPENA la luce si è accesa. (la luce si accende perché si sta producendo la scintilla che deve "scoccare" nel punto di anticipo).
  9. Stringi ora il morsetto dello spinterogeno con chiave del 10.
    Dettaglio dell'allentamento del bullone morsetto dello spinterogeno.jpg
  10. Verifica nuovamente il lavoro fatto girando in senso antiorario la puleggia grossa di 1/4 di giro e poi lentamente girandola IN SENSO ORARIO. La luce dovrebbe accendersi APPENA il contrassegno si ferma in corrispondenza della tacca dell'anticipo allineata alla mezzeria del carter.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
martel
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Grazie a martel da parte di:  Informazioni utente

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda giambo » mar 24 set 2013, 9:10

ottimo......io la faccio sempre statica con la lampadina e una chiave grossa per girare la puleggia(la 32 ?non ricordo).....viene precisa precisa anche se ci vuole un po di allenamento green green

ci sono anche altri metodi, meno tecnici green green
tipo con la 4° inserita a spingere leggermente avanti il mezzo per "sentire" o "vedere" la scintilla........
ma questa è un altra storia...vero Vincè :rolf: :rolf: :rolf: :rolf: bye1


naturalmente dopo aver fatto la fase, vanno ricontrollate e regolate le puntine....aaa 0,4 (credo green )
non so se i valori sono tutti uguali da spinterogeno a spint. ma credo green di si
Avatar utente
giambo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda Gimpsy » mar 24 set 2013, 13:17

La regolazione con la scintilla è bella seria MA... non la farei con il motore imbrattato di benzina... boxed

Le puntine si devono essere regolate a 0,4mm e, se non hai lo spessimetro, basta una tessera telefonica usata a per salvarti in una situazione di emergenza (noto come "Metodo Foti" green ) come è capitato a me!

:clap:
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda giambo » mar 24 set 2013, 15:57

metodo foti...... green green
Avatar utente
giambo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda mauro.tosi » ven 26 set 2014, 18:55

martel ha scritto:Consulta il manuale di uso e manutenzione al fine di verificare i valori di anticipo (IE - TDC, 5 gradi di BTDC, ecc.)

Emm... sono già in difficoltà perchè sul manualetto d'uso e manutenzione, almeno quello del 1303, non mi pare di aver trovato il dato.
Ho capito che i gradi di anticipo sono in funzione del codice spinterogeno ma... dove posso trovare questi valori?
E' giunta l'ora di sporcarsi un po' le mani...
Avatar utente
mauro.tosi
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda Gimpsy » ven 26 set 2014, 20:17

Admin... usa la funzione cerca... :mrgreen:
viewtopic.php?f=13&t=449&hilit=TDC#p6199
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda mauro.tosi » mer 18 mar 2015, 10:34

martel ha scritto:Prova Del Vostro Spinterogeno
Come accertare lo stato di salute del vostro spinterogeno e verificare di cosa ha bisogno. [...]
Il test è molto semplice ma occorre eseguire il test rigidamente e razionalmente in questo modo:
1. Scaldare il motore fino ad una temperatura di funzionamento normale.
2. Con una pistola stroboscopia verificare se la vostra fasatura è regolata e se lo è, annotarsi i valori.
3 Aumentare i giri motore il RPM e portarlolo a seguire i valori di fasatura e annotarli in modo da seguire la naturale curva prevista per il modello.


Cosa significa "verificare se la vostra fasatura è regolata"? Come si deve procedere di preciso?
Qualcuno mi descrive passo passo il punto 2 e 3 per favore...? _:consolazione
Grazie mille
E' giunta l'ora di sporcarsi un po' le mani...
Avatar utente
mauro.tosi
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: [GUIDA] Regolare l'anticipo: metodo statico

Messaggioda mauro.tosi » dom 22 mar 2015, 18:56

Ho corretto alcuni punti del testo in quanto mi sono accorto che mancava di alcuni dettagli e aveva qualche frase interrotta (probabilmente causa di copia incolla) 8-)
E' giunta l'ora di sporcarsi un po' le mani...
Avatar utente
mauro.tosi
 
Informazioni utente Informazioni utente
 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 0 ospiti

Ritorna a Impianto Elettrico

cron