I Bus VW

Parole chiavi per questo argomento
sembra, tipo, bus, tanto, secondo, cerchi, bella, cambio, aria, post, maggiolini

I Bus VW

Messaggioda Gimpsy » dom 25 ago 2013, 20:04

Mi piacerebbe conoscere qualcosa in più sui bus VW.
Oltre che per l'indiscusso T1, la mia attenzione sta volgendo anche verso il T2 che però mostra molte varianti costruttive e di utilizzo.

Un giorno vorrei acquistarne uno: è un desiderio. Mi piacerebbe però farmi una cultura per capire le differenze estetiche e di utilizzo, pregi e difetti nonché valore economico dei vari modelli.

Qualcuno può spiegarmi qualcosa sulla storia dei bus VW?
Chi già ne possiede uno, l'ha scelto per una questione di estetica o di utilizzo?
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda VintageVolks » dom 25 ago 2013, 21:21

Io ho scelto un frecce basse o se preferisci un T2a in primis per una questione di estetica (beh... per l'utilizzo... il bus è il bus e fa scuola a sé). I fanali posteriori piccoli come lo Split, le frecce basse davanti, lo stemma VW più grande ed i paraurti anteriori raccordati con integrata la pedana secondo me lo rendono esteticamente ben equilibrato.

In secondo luogo ci son stati particolari come il cruscotto in tinta carrozzeria (fino al '69) che mi è sempre piaciuto molto, specie su un veicolo d'epoca.

Non che non mi piaccia ma il frecce alte ha tutta una serie di particolari che non mi entusiasmano come i frecce basse. Nel complesso il T2 (o Baywindow) rimane un mezzo versatile e che a differenza del T1 si fa apprezzare per il suo comfort, specie nei viaggi più lunghi, oltre che per il bel parabrezza panoramico (...prova a salire su un T1 e avvertirai subito la differenza).
Avatar utente
VintageVolks
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda Gimpsy » mar 27 ago 2013, 17:51

Cosa intendi per paraurti raccordati?

Ma, come per alcuni maggiolini, è possibile togliere il cruscotto in plastica e lasciare quello in metallo a vista?
Quando si parla di BFA o BFB, i modelli appartenenti a queste due principali categorie sono uguali o presentano differenze sostanziali?

Griglie, fanaleria, stemma VW hanno tra loro delle differenze?
Hanno tutti il tettuccio apribile?

Un bus doppia cabina, ad esempio, perché è più ricercato? (mi sembra di capire questo...)
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda VintageVolks » gio 29 ago 2013, 9:44

In pratica il frecce basse ha i paraurti anteriori che lateralmente si fermano in prossimità dei passaruota, con tanto di poggiapiede per salire. Il frecce alte no.
Ecco un paio di foto che spiegano meglio quello che intendo:
T2a.jpg

T2b.jpg


Il cruscotto "in plastica" che tu dici è quello che chiamano padded dash ovvero nero e rivestito di una sorta di imbottitura bucciata. La risposta è no; occorre sostituirlo in toto con quello di metallo (in tinta nei primi 2 anni, poi verniciato in nero).

Quando si parla di BFB e BFA vi sono molte differenze tra loro, sia meccaniche sia di carrozzeria. Indubbiamente quelle di carrozzeria saltano immediatamente all'occhio e sono quelle che stabiliscono il passaggio T2a > T2a/b > T2b, dove:
  • T2a = frecce basse "puro" (dal '68 al '71, ancora con fanali posteriori piccoli e prese d'aria motore stondate, seppur già con modifiche meccaniche sostanziali tipo i freni a disco anteriori e cerchi forati con diverse coppe ruota per il '71)
  • T2a/b = il cosiddetto "bastardone" (solo 1972 con muso del T2a ma posteriore del frecce alte, quindi prese d'aria squadrate e fanali lunghi grandi)
  • T2b = frecce alte (dal '73 in poi, con frontale e posteriore definitivi fino al 1979).

Sì le griglie e la fanaleria differiscono tra BFB e BFA, anche la griglia della presa d'aria frontale che all'apparenza sembra la stessa ma quella del BFB ha gli angoli più arrotondati.

No, il tettuccio apribile è un optional.

Un doppia cabina (o DoKa da Doppelkabine) è un veicolo ricercato perché è il giusto compromesso tra i furgoni da lavoro (trasporto materiali) e quelli da tempo libero (trasporto persone). Con un DoKa hai 6 posti e lo spazio per caricare oggetti. Unica pecca: sono mezzi che sono stati stra-sfruttati e se si trovano sono maggiormente in condizioni da restauro pesante perché erano perlopiù veicoli usati da muratori o da gruppi di lavoratori che si spostavano in massa in cantieri. Meccanica e motore quindi hanno avuto la loro gloriosa vita.

Poi vabbè... c'è l'eccezione dei DoKa: il Binz (su base T1 cabina singola, trasformato in DoKa dalla carrozzeria Binz, prima che VW mettesse in commercio il DoKa ufficiale). Veicolo pressoché introvabile ed i pochi esemplari hanno quotazioni alle stelle per via della trasformazione esclusiva da parte della Binz Carosserie ma soprattutto per il numero di esemplari prodotti/sopravvissuti.

: Wink :
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
VintageVolks
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

2 Grazie a VintageVolks da parte di:  Informazioni utente

Re: I Bus VW

Messaggioda Gimpsy » gio 29 ago 2013, 10:29

Gran bella spiegazione Vintage! Grazie... :ok:

Mi sembra di capire, quindi, che in commercio si trova anche il cruscotto in metallo che sostituisce quello in plastica imbottita... è così?
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda VintageVolks » gio 29 ago 2013, 10:53

Sì si trova ma ha delle caratteristiche non uguali a quello originale (ha delle feritoie aggiuntive sui lati che l'originale non possedeva).

Originale:
297341.jpg


Non originale:
instr1.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
VintageVolks
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda Gimpsy » gio 29 ago 2013, 11:12

Anche il vano porta oggetti del cruscotto "non originale" sembra più grande...

Hai anche una foto dell'interno col cruscotto in plastica?
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda vincenzo » gio 29 ago 2013, 11:19

il più bel T2 secondo me è il T2/a nella sua variante 71 con freni a disco e motore doppia-aspirazione.
Bello posteriormente come uno split, però dotato di motore più adatto all'autostrada (meno alla montagna) e dotato magari pure di impianto frenante.
Chissà perchè, forse per farsi perdonare gli anni precedenti di mancanza di freni, in quei primi anni, mettevano addirittura il SERVOFRENO, abitudine che poi persero negli anni successivi sull'allestimento delle versioni 1600.

Tuttavia, un T2B, che io possiedo, non sarà fascinoso, ma per viaggiare a lungo e "peace of mind" è molto meglio.

Cambio più robusto (con la sola rottura di palle del motorino di avviamento specifico post-76)
Frizione da 215 (post 76)
freni a disco maggiorati nelle pinze e pastiglie
struttura anteriore molto più robusta (considerate che le gambe stanno a 30 cm dal veicolo che precede)
Scatola sterzo robusta il doppio e che oggi come ricambio costa la terza parte di quella di un T2a
Maggiore disponibilità dei ricambi di minuteria e chincaglieria (tipo le serrature dei portelloni scorrevoli)
Avatar utente
vincenzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Grazie a vincenzo da parte di:  Informazioni utente

Re: I Bus VW

Messaggioda Kital » gio 29 ago 2013, 11:20

Volevo chiedere se lo sportellino del vano porta oggetti era un optional visto che in molti manca
Avatar utente
Kital
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: I Bus VW

Messaggioda VintageVolks » gio 29 ago 2013, 11:22

Gimpsy ha scritto:Anche il vano porta oggetti del cruscotto "non originale" sembra più grande...
Hai anche una foto dell'interno col cruscotto in plastica?

No credo sia un'illusione della foto. I due portaoggetti sono uguali di dimensione.
Il riquadro dove alloggiano il contakilometri ed il portaoggetti oltretutto hanno la stessa dimensione perché il cruscotto va bene sia per i veicoli con guida a sinistra sia per quelli con guida a destra (anche il pavimento della cabina guida del Bay è simmetrico per questo motivo).

Mi correggo per le foto appena postate: non sono sicuro che quello che ho messo come "non originale" sia un non-originale. Forse addirittura è la struttura metallica del cruscotto imbottito una volta tolta l'imbottitura che lo ricopre. ...Mai provato del resto.

Kital ha scritto:Volevo chiedere se lo sportellino del vano porta oggetti era un optional visto che in molti manca

Era presente sulle versioni lusso. Negli allestimenti invece più "poveri" (come il mio Kombi) non era presente ma era comunque installabile come aftermarket. Infatti il mio lo possedeva perché è stato installato in un secondo momento.
Avatar utente
VintageVolks
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Prossimo

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Ritorna a Storia & Evoluzione Tecnica

cron