Maggiolo 1966 "The Preserved"....

La cronaca di chi sta "salvando" un ferro...
Parole chiavi per questo argomento
the, macchina, problema, preserved, maggiolo

Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » lun 27 feb 2017, 12:51

Ciao ragazzi....sono Stefano e qualcuno di voi mi ha già conosciuto nella pagina delle presentazioni.
Da 1 mese e mezzo sono entusiasta possessore di un Maggiolino 6v del 1966. Ho deciso di chiamare la macchina "The Preserved" perchè è un esempio credo davvero incredibile di vettura conservata!
Quando sono andato a vederla me ne sono immediatamente innamorato....nonostante le indubbie magagne che il tempo ha donato alla macchina, mi sono immediatamente reso conto che il potenziale era ernome....
Ruggine praticamente assente....sotto, sopra, lato....tutto assolutamente sano! I fondi, tolti i fogli di catramina originali, sono ancora verniciati di nero :shock: :shock:, gli interni, tolto il rivestimento logoro, non hanno un filo di ruggine da nessuna parte....sotto la pedaliera perfetto, sotto i sedili, sotto la batteria....tutto sanissimo con soltanto qualche piccola traccia di ossidazione superficiale. Non ho potuto fare a meno di prenderla....anche considerando che è un 6v, il prezzo era onesto (5000€) e, sopratutto, era la prima vera, grande occasione di prendere un Maggiolooooooooooooooo!!!!!
Così l'ho portato a casa!
1.jpg
2.jpg
3.jpg


Chiaramente non è tutto oro quello che luccica e, come dicevo prima, le magagne sono state subito evidenti già dalla prima volta che sono andato a vederlo...
Prima di tutto mi ero un pò informato sui vecchi proprietari e sono riuscito a risalire fino al secondo, che mi ha raccontato un pò la storia. La macchina era stata comprata da un signore che l'ha tenuta per 40 anni come unica vettura: la usava non tantissimo e sopratutto per andare in montagna dove aveva un baita. Dopo imprecisati anni dall'acquisto il primo proprietario decise per suo gusto personale di riverniciarla e scelse l'attuale colore rosso. La macchina invece era stata prodotta dalla Volkswagen con un bel FONTANA GREY. Alla morte del signore gli eredi decidono di liberarsene dopo di che la macchina mediamente ogni 5/6 anni passa di mano fino ad arrivare, dal lontano Veneto, fino a Pescara. E' li che l'ho trovata ed acquistata (io sono di Campobasso).
Guardando la carrozzeria da vicino....qualche segno del tempo è visibile....i più significativi sono questi...
4.jpg
5.jpg
6.jpg
7.jpg
8.JPG
9.JPG
10.JPG


La meccanica prometteva bene....la macchina partiva bene e non riscontravo problemi di cattivo funzionamento. Il venditore mi ha dato la macchina con due motori: quello installato è un 12v non originale che è stato montato per non modificare il 6v originale e perfettamente funzionanante che mi è stato dato assieme alla vettura. Ho inoltre tutte le periferiche per riportarlo all'origine (dinamo, motorino tergi, motorino avviamento, bobina ecc. ecc.).
Adesso mi fermo sennò scrivo un romanzo...
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda Nimus » sab 4 mar 2017, 20:37

Le chiami magagne quelle? Fidati che è oro come è messo. Le magagne sono ben altre e in maggiolini di una certa età sono praticamente sempre presenti. Hai ben poco da fare sul mezzo... e se la vernice è messa bene io la.lascerei così. Almeno per il momento. Il Red Rubin è un bel colore sul maggiolino!
www.PassioneHarley.it
Avatar utente
Nimus
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » dom 5 mar 2017, 14:32

Ciao Nimus!
Le tue parole mi tranquillizzano non poco!
Comunque il lavoro da fare c'è, fidati!
La prima cosa da fare sarà la bonifica degli interni....come si vede dalle foto, la situazione nella zona posteriore è penosa!
Ora ho tolto quello schifo che c'era e ho incartato le zone buone (cielo e cruscotto) in modo da poter carteggiare le poche zone in cui c'è ruggine superficiale e andare a spruzzare primer e vernice di finitura. Altra zona che non mi convince sono i montati delle portiere, non c'è ruggine ma i gancetti che tengono il rivestimento sono da raddrizzare e bonificare....
Poi ci sono da cambiare le due guarnizioni di parabrezza e lunotto e rifare i rivestimenti ai pannelli porta....insomma lavoro devo farne e spero di potervene parlare qui per sentire le vostre impressioni e avere qualche consiglio..
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda Gimpsy » dom 5 mar 2017, 19:38

Sentiti tranquillo anche in questo forum! Siamo qui per questo e se possiamo saremo ben felici di poterti aiutare ad affrontare passo passo il restauro! [emoji106]

Hai già un'idea su come procedere, o pensi per il momento di gustartelo e viaggiarci un pò su? Secondo me ti conviene usarlo un pochino e magari affrontare i primi piccoli lavori come, ad esempio, la sostituzione delle guarnizioni.
Che ne pensi? 8-)
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » lun 6 mar 2017, 19:06

Ciao ragazzi....questo fine settimana ho iniziato a portarmi un pò avanti con il lavoro...
La strada che ho scelto è questa: non ripristinerò il colore originale: ho troppa voglia di godermi la macchina e non ho intenzione di aspettare 2 anni per rifare la verniciatura. Dunque intendo bonificare l'interno nella zona pietosa che è sopratutto quella posteriore e fare delle correzioni a sfumatura delle zone esterne che ne hanno più necessità. Relativamente all'estetica i lavori riguarderanno anche il montaggio di un avantreno con kit sway a way (che ho già), unitamente a dei cerchi smoothie di cui quelli anteriori resteranno delle dimensioni originali (4.00 x 15) mentre quelli posteriori verranno allargati dotandoli di canale 5.5 (probabilmente di derivazione smart).
Fatta questa doverosa premessa per farvi meglio comprendere quello che intendo fare, andiamo con ordine.
Tra sabato e domenica ho smontato tutta la vecchia tappezzeria distrutta e sono arrivato al ferro nudo. La situazione è buona per cui andrò a carteggiare le zone leggermente interessate da ossidazione e poi passerò primer e finitura. A quel punto andrò a ricollocare la nuova tappezzeria soltanto nei punti in cui è rovinata.
Nell'ottica di questi lavori, ieri ho incartato il cielo per non rovinarlo con polvere e vernici. Poi toccherà al cruscotto mentre le porte credo che le toglierò in quanto faccio prima così che ad incartarle. Adesso sono messo così....
11.jpg
12.jpg
13.jpg



Adesso dovrò armarmi di spazzola metallica abbinata a smerigliatrice e iniziare la pulizia della lamiera.
Appena procedo con i lavori vi aggiorno....
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda Gimpsy » lun 6 mar 2017, 22:36

Ottimo!! 8-) 8-)
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » mar 7 mar 2017, 12:15

Ciao ragazzi....torno ad aggiornarvi sul maggiolo visto che oggi, causa piogga, siamo fermi con il lavoro e quindi posso dedicarmi un pò al forum!
Proprio la pioggia, l'altro giorno, ha messo in evidenza un altro problema che affligge la vettura: in pratica quando ci sono forti precipitazioni dal foro del montante anteriore della porta, nei pressi della bocchetta inferiore di areazione lato passeggero, fuoriesce una notevole quantità di acqua!!!
Ecco la zona:

Immagine

Dopo aver asciugato tutto, in 1 oretta di tentativi, sono riuscito a capire che l'infiltrazione è causata dalla guarnizione del parabrezza che è completamente cotta! Infatti buttando acqua da tutte le parti non ho notato alcuna infiltrazione....nel momento esatto in cui ho buttato un secchio di acqua sul vetro anteriore....è iniziato il gocciolamento!! Detto questo però...l'acqua da li ha due strade:

1) La bocchetta interna incaricata dello sbrinamento del parabrezza;
2) Il montante del parebrezza.

C'è da capire quale sia il mio caso o addirittura se possano essere entrambi. Una cosa è certa: una volta aperto il cofano anteriore ho notato che il tubo che dovrebbe portare aria calda all'interno dell'abitacolo dalla bocchetta inferiore lato passeggero è tranciato:

Immagine

E in più il tubo che proviene dall'alto, sempre dallo stesso lato (che mi pare di capire sia l'alimentazione dell'aria calda) è completamente mancante!!
Dunque i primi casini iniziano a farsi vedere!! Non so se qualcuno ha già avuto modo di combatterci.....ma a me la sostizione di questi tubi sembra una cosa tutt'altro che semplice....anzi: mi pare un assoluto casino!!!
Aspetto qualche anima pìa che magari ci è già passata!!!
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda Gimpsy » mar 7 mar 2017, 20:44

Non ricordo se già a partire dal modello del tuo maggiolino i montanti avessero i tubi dell'aria calda nei montanti (i maggioloni certamente li hanno).
Ad ogni modo, quel corrugato, mi sembra verniciato e messo quindi successivamente. Inoltre, noto che al suo interno ci passano dei cavi... quel tubo sia stato usato come passacavi?

L'aria calda proveniente dagli scambiatori, infatti, percorre i montanti per differenza di densità ed esce dalle bocchette inferiori (in prossimità dei piedi) fino ad arrivare al parabrezza solo con le leggi della fisica [emoji106] .

Per quanto riguarda la guarnizione mentre non fa nessuna differenza se l'acqua percorre una o l'altra strada: bene invece che ti sei accorto del problema e che puoi quindi sostituire subito la guarnizione! 8-)
Avatar utente
Gimpsy
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » ven 10 mar 2017, 18:42

Ciao Gimpsy!
Allora, con l'ausilio di questa immagine che ho modificato inserendo i numeretti cerherò di spiegare meglio la mia situazione attuale:

Immagine

1) LATO GUIDA:
Il tubo n.6 arriva ad un certo punto e di si dirama, attraverso un raccordo ad Y (il n.5 nell'immagine) in due tubi, il n.7 ed il n.4. Quello che noto io rispetto all'immagine che ho allegato è che in quest'ultima è presente la bocchetta n.1 raggiunta dal tubo n.2. In pratica c'è un tubo in più ed una bocchetta in più per cui anche in raccordo ad y n.5 deve essere diverso dal mio. In merito a questo, vorrei sapere se l'immagine che ho postato è magari relativa ai modelli successivi oppure se il mio è stato modificato.

Detto questo, passo alla situazione:

2) LATO PASSEGGERO:
Sempre facendo riferimento all'immagine che ho postato sopra, dal lato passeggero ho soltanto il tubo n. 6 che è spezzato all'altezza in cui dovrebbe esserci il raccordo in metallo n.5 ed uno spezzone del tubo n.7 che arriva alla bocchetta n.9. Da quello che mi pare di capire, manca il raccordo n.5 ed il tubo n.4. Giusto? Si trova in circolazione questo raccordo già pronto o bisogna farlo?
Riguardo al tubo n.6 inoltre preciso che non ci sono fili elettrici all'interno....anche a me pareva così però poi guardando bene ho notato che sono i riccioli di cartone strappatisi dal tubo!

Vi ringrazio anticipatamente ragazzi e vi saluto
Stefano
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Re: Maggiolo 1966 "The Preserved"....

Messaggioda apozzo » lun 13 mar 2017, 10:33

Ciao ragazzi....questo fine settimana sono riuscito a iniziare in maniera più corposa i lavori di restauro....concentrandomi sull'interno della vettura, che è quello che intendo risanare completamente. Allora...ho tolto tutta la catramina incollata sui fondi e alla fine, come già anticipato, ho avuto conferma che la macchina al 90% è conservata in modo quasi sorprendente! Lato guida ho i fondi come se fossero stati montati l'altro ieri!!!

Immagine

Dal lato passeggero ho il fondo anteriore immacolato mentre quelllo sotto il sedile è per metà perfetto mentre la zona sotto la batteria e il primo tratto dopo la batteria è un pò corroso sicuramente a causa di qualche sversamento di acido di batteria nel corso degli anni passati! Cmq ho trattato tutto con spazzola a fili ritorti abbinata a smerigliatrice angolare e richiuso con saldatrice a filo continuo qualche micro-foro che ho trovato ed ora la zona è completamente bonificata

Immagine

Ho passato in rassegna il resto della vettura ed è tutto sanissimo....tuttavia una sorpresina una l'ho trovata! In pratica nella parte posteriore del vetro pop out di destra...c'è un discreto marciume....fori e forellini....insospettito dalla situazione ho deciso di verificare la zona corrispondente all'esterno....ebbene anche li, tolto il velo di vernice, ho trovato stucco e marciume.....come si spiega secondo voi? E sopratutto come intervenire? Immagino vada fatta una pezza in lamiera....

Immagine

Immagine
Avatar utente
apozzo
 
Informazioni utente Informazioni utente
 

Prossimo

Ritorna a Restauri in corso

cron